Category: Marche

Ancona / by Chiara Negromanti Tini -

Morro d’ Alba e la rotonda a mare di Senigallia

10_001_morrodalba_campagna

Enogastronomia: Morro d’ Alba e la rotonda a mare di Senigallia

Percorriamo le terre della Lacrima di Morro d’Alba, tra le valli dei fiumi Misa e Esino, con le colline che degradano come una sorta di pettine, dall’entroterra fin vicino alla costa del mar Adriatico. La cucina di questi territori spazia dal pesce: con il brodetto alla Senigalliese (seppia,scampi,vongole,cozze,coda di rospo) Spigole, Sogliole; fino all’enogastronomia di terra, con i Vincisgrassi le paste all’uovo le lumache in porchetta e le beccute (formine di pane dolce a base di farina di mais, pinoli, uva sultanina). Tutte le località che si attraversano sono ricche di colline con  vigneti di Verdicchio di Jesi e Lacrima di Morro d’ Alba e oliveti del tipo: Frantoio, Leccino, Raggia. Molto diffusa è la produzione di formaggi, salumi e miele.

Macerata / by Chiara Negromanti Tini -

Il Verdicchio di Matelica e Camerino

10_003_matelica_panoramaverdicchio-orig

Enogastronomia: Verdicchio di Matelica e Camerino

Siamo nell’ unica valle delle Marche, denominata sinclinale Camerte, predisposta da Nord a Sud. Territorio ideale per la coltivazione del Verdicchio di Matelica,

con un microclima non influenzato dalle correnti d’aria provenienti dall’adriatico. Il territorio, prevalentemente votato all’agricoltura, ha mantenuto in cucina i sapori dei piatti preparati come un tempo con animali allevati in cortile. Conigli, pollame, papere e anatre, si trasformano in tavola, in potacchio o meglio cotti con aglio rosmarino e una spruzzata di Verdicchio.

Macerata / by Chiara Negromanti Tini -

Da Civitanova Marche alla S.ta Casa di Loreto

Enogastronomia: Da Civitanova Marche alla S.ta Casa di Loreto

La gastronomia di questo itinerario è fortemente caratterizzata dalla presenza di un notevole flotta di pescherecci della marina di Porto Civitanova Marche. Nelle trattorie e nei ristoranti dislocati lungo la costa, si possono gustare piatti di vari tipi di pesce, Linguine scampi e limone, Gnocchi agli scampi, Gramigna ai crostacei,  da consigliare sicuramente le alicette marinate o a scottadito. Il tutto da abbinare con Bianco dei colli maceratesi, verdicchio e nuovi rosè dal fresco bouquet.

Ascoli Piceno / by Chiara Negromanti Tini -

San Benedetto lungo la Salaria fino a Ascoli Piceno

Enogastronomia: San Benedetto lungo la Salaria fino a Ascoli Piceno.

Un bel giro a zonzo in parallelo al confine con l’Abruzzo: questo è il consiglio che noi di Enogastronomia.it diamo a chi decide di trascorrere qualche giorno nell’ascolano. Terra di prelibatezze assolute come il Brodetto alla Sanbenedettese, zuppa di pesci poveri cotti con pomodoro, che nella città delle palme aggiunge peperoni, aceto, pomodori verdi e bruschetta a un piatto unico che lungo la riviera adriatica conosce interpretazioni le più varie.

Ci si interna in collina e si trovano le olive all’ascolana, ripiene di carne macinata e fritte in olio extravergine,  a far da contorno, o volendo da sostanzioso piatto unico.