Image default
Angolo dell'esperto

Cosa caspita sono gli aromi primari?!?

COSA CASPITA SONO GLI AROMI PRIMARI??

Un termine apparentemente oscuro. Ma con un significato semplicissimo

Gli aromi presenti in tutti i vini vengono generalmente suddivisi in tre categorie: primari, secondari e terziari. Ma cosa sono gli aromi? Semplice: delle sostanze chimiche odorose molto volatili, percepite più o meno intensamente dalle mucose nasali dell’uomo a seconda della loro “soglia olfattiva”. Gli aromi del vino sono, come vi dicevo, di tre specie: primari, o varietali, caratteristici delle uve; secondari, o di fermentazione, originati dall’attività metabolica dei lieviti; terziari, o di evoluzione, che si formano durante l’affinamento del vino.

Gli aromi primari o varietali sono quindi l’insieme degli aromi caratteristici delle uve che passano direttamente dal mosto al vino, e sono influenzati dalle caratteristiche dell’ambiente di coltivazione, dal vitigno e dall’andamento stagionale.

Attenzione però a non identificarli con gli aromi dei vitigni aromatici, quali il Sauvignon (quello che sa di erba), il Riesling (quello che sa di pesca bianca e benzina), il Gewurztraminer (quello che sa di quasi tutto, ma soprattutto di frutta tropicale) e il Moscato (lo dice il nome: sa di muschio e di albicocca), che hanno un quantitativo di aromi primari estremamente elevato, ma non sono gli unici vitigni a possederli: tutti i vitigni hanno un aroma primario caratteristico (si dice varietale), ma meno intenso.

Francesco Annibali

Regole per una buona degustazione

Related posts

Che buone le castagne…ma il novello lasciamolo stare!

Eno

Andar per Ribollita a Montepulciano

Eno

Non è tutto bio quel che luccica….

Eno

Leave a Comment

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More