Image default
Angolo dell'esperto

Ostrega!

OSTRICHE E CHAMPAGNE, ABBINAMENTO PERFETTO

Il sapore iodato e metallico delle ostriche ama sì le bollicine. Ma non quelle secche

Provato mai ostriche e Champagne? Non ditemi che vi è piaciuto, non ci credo. Quello del mollusco più saporito con lo spumante più famoso è un abbinamento di prestigio nato a metà ‘800, periodo di massimo splendore commerciale del vino di Reims (se ci pensate, un pò tutti i manifesti della Belle Epoque sono infarciti di immagini di bottiglie scoppiettanti).

Quando però lo Champagne era sempre decisamente dolce.

champagne

Con gli anni la fisionomia della bollicina per eccellenza è cambiata – adesso lo Champagne è quasi sempre un vino decisamente secco, quelli dolci sono una rarità per appassionati – mentre l’abbinamento è rimasto. Ed è alquanto sbagliato: le note metalliche e iodate non vanno esaltate con altrettanta durezza, ma “avvolte” dentro un sapore più generoso.

Insomma: la prossima volta che avete delle ostriche al naturale, metteteci vicino un Moscato d’Asti bello freddo. Non ve ne pentirete.

Francesco Annibali

Related posts

L’azoto in cucina

Eno

Ristorazione italiana con prodotti di qualità

Eno

CIBO VERO

Eno

Leave a Comment

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More