Image default
Nazionali

Giorgio Trovato alla cena “Goût de/Good France”

Giorgio Trovato executive chefGiorgio Trovato, Executive Chef de Il Convito di Curina

a Castelnuovo Berardenga (Siena), ristorante dell’Hotel Villa Curina Resort,

selezionato insieme ad altri 1000 chef di tutto il mondo per partecipare

alla cena “Goût de/Good France”:

giovedì 19 marzo 2015 ogni ristorante coinvolto nell’iniziativa presenterà un menù capace di esaltare sia la gastronomia francese che quella locale

Per lo speciale appuntamento, che si iscrive nelle Giornate della gastronomia francese in Italia (16 al 19 marzo 2015),

Chef Giorgio Trovato presenta un menù di “trait d’union”

tra la tradizione francese e quella toscana

 

Giorgio Trovato, Executive Chef de Il Convito di Curina a Castelnuovo Berardenga (Siena), ristorante dell’Hotel Villa Curina Resort, scelto tra i 1000 chef di 5 continenti che il 19 marzo parteciperanno all’operazione all’iniziativa “Goût de/Good France”.

L’operazione “Goût de/Good France” è stata lanciata in occasione della seconda sessione del Consiglio di Promozione del Turismo: il 19 marzo, più di 1000 chef di 5 continenti renderanno omaggio alla cucina francese e ai suoi valori di convivialità. L’Italia al primo posto nel mondo per numero di ristoranti partecipanti a quest’operazione: ben 95!

Ogni ristorante valorizzerà sia la gastronomia francese che la sua cucina e il suo savoir-faire, con menù che saranno dei testimonial di una cucina che utilizza meno grassi, zucchero e sale, che dà ampio spazio alla verdure, e che tutela il «mangiare bene» e l’ambiente. Nello stesso spirito di coscienza sociale, 5% del prezzo del menù sarà riversato ad una ONG locale che operi per il rispetto della salute e dell’ambiente.

La Cena “Goût de/Good France” si iscrive nelle Giornate della gastronomia francese in Italia, dal 16 al 19 marzo 2015.

Per lo speciale appuntamento “Goût de/Good France”, Chef Giorgio Trovato presenterà un menù che vuole essere un “trait d’union” tra la tradizione francese e quella italiana, in particolare toscana.

Come antipasto freddo proporrà una crema di topinambur, salmone marinato in bellavista e caviale, mentre come antipasto caldo, scaloppina in padella di foie gras d’anatra, cavolo verde e barbabietola. Per il piatto a base di pesce, rombo saltato, crescione/caviale oro, salsa di Champagne, invece per quello a base di carne, tournedos Rossini di manzo con salsa périgueux. Per i formaggi, una selezione di formaggi freschi toscani e come dessert, babà imbevuto con Armagnac e crema chantilly. I piatti saranno accompagnati dal “vino della casa”: lo champagne “Il Convito di Curina”, prodotto in Francia dall’Azienda Alain Bernard in esclusiva per il ristorante Il Convito di Curina a Castelnuovo Berardenga (Siena).

Il prezzo del menù è di 110 euro e il 5% verrà devoluto alla Fondazione ANT Toscana, che fornisce assistenza a domicilio ai malati di tumore e organizza attività di prevenzione oncologica.

“Sono felice e onorato di aderire a questa importante iniziativa dal respiro internazionale – sottolinea Giorgio Trovato – e di parteciparvi insieme ad altri chef di tutto il mondo e di altissimo livello. L’iniziativa mi permette di sperimentare nuovi piatti capaci di celebrare sia la gastronomia francese che la tradizione culinaria italiana, in particolare quella toscana”.

Giorgio Trovato, di origine calabrese trasferitosi a Siena all’età di 18 anni, apprezza da sempre la cucina francese: “Ho frequentato diversi corsi dedicati ai grandi classici del grande chef francese Alain Ducasse – afferma Trovato – e mi è capitato di collaborare con numerosi chef francesi, che a dispetto della loro fama, si sono rivelati accoglienti e molto piacevoli”.

Chef Trovato affianca la sua attività di Executive Chef a “Il Convito di Curina” con quella di Consulting Chef e Food Stylist. Ha fondato la “Trovato Food Project”, società impegnata in attività di consulenza per l’avvio di attività di ristorazione che partendo dal concept del locale, studiando i competitor e le potenzialità del territorio, offre un servizio di recruiting del personale, ideazione del menu e allestimento carte dei vini, supporto tecnico e creativo. È presidente e docente della Federazione Italiana Professional Personal Chef (Fippc) che punta alla qualificazione e valorizzazione di questa figura professionale attraverso corsi di formazione, stage e incontri.

Related posts

Merano wine festival 2019

sergio

TRASIMENO ROSÉ FESTIVAL: IL CUORE ROSA DELL’UMBRIA

sergio

Wine&Thecity in corsa verso la VIII edizione

Eno

Leave a Comment

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More