Image default
Festival del Brodetto

Al Festival 2010 trionfa la Sardegna

Il Miglior brodetto è di Stefano Deidda, la giuria popolare premia il Lazio

Dopo due giorni di sfide senza esclusione di colpi, hanno un
nome e un volto le abili mani che hanno preparato il Miglior Brodetto d’Italia 2010: lo chef
28enne Stefano Deidda, del Ristorante Dal Corsaro di Cagliari, si è aggiudicato il titolo di
vincitore assoluto della VIII edizione del Festival Internazionale del Brodetto e delle
Zuppe di Pesce, organizzato da Confesercenti Pesaro e Urbino, che si conclude questa
sera, con il premio decretato dalla giuria tecnica presieduta da Enzo Vizzari.
Il piatto di Stefano Deidda, un raffinato brodetto aromatizzato con menta, finocchietto, e
maggiorana e guarnito con un’originalissima pralina di scampo è stato impeccabile sia nel
gusto che nella presentazione.
Il premio speciale, che va allo chef più votato dalla giuria popolare, è stato invece
assegnato allo chef Gianfranco Pascucci, del ristorante Pascucci Al Porticciolo di
Fiumicino (Roma).
L’ottava edizione ha visto trionfare i due chef che si sono sfidati tra loro nel penultimo turno
del concorso: otto le delegazioni in gara che hanno rappresentato le diverse tradizioni delle
regioni marinare di appartenenza, comprese le due vincitrici (ABRUZZO “Al Metrò” di San
Salvo (CH), CAMPANIA “L’Antica Trattoria” di Sorrento (NA), LAZIO “Pascucci Al
Porticciolo” di Fiumicino (RM), LIGURIA “Baldin” di Genova Sestri (GE), MARCHE
“Augustus” di Fano (PU), SARDEGNA “Dal Corsaro” di Cagliari (CA), SICILIA “Ristorante
da Serafino 1953″ di Marina di Ragusa (RG), TOSCANA “L’Imbuto” di Viareggio (LU).
La giuria tecnica composta da Enzo Vizzari, presidente di giuria, Eleonora Cozzella,
giornalista enogastronomica per L’Espresso Food & Wine, Fiammetta Fadda, giornalista
enogastronomica di Panorama; Paolo Notari, giornalista e conduttore Rai, Luciano
Pignataro, giornalista enogastronomico de Il Mattino, Anna Scafuri, giornalista del TG1 e
curatrice della rubrica enogastronomica “Terra e Sapori”, Antonio Paolini, giornalista
enogastronomico “Guida espresso”, ha riconosciuto l’alto valore di tutti i partecipanti.
Visibilmente soddisfatto il giovane chef Deidda che spiega così il successo del piatto
presentato: “Tutte le cotture dei pesci sono state diversificate per calibrare il gusto. Ho

voluto dare un tocco di originalità ed arricchire il piatto con un elemento della mia terra
aggiungendo al brodetto una pralina di scampo”.
Anche Gianfranco Pascucci, che ha ricevuto il Premio Speciale della giuria popolare è
contento del risultato ottenuto: “Ho voluto unire diverse culture ed elementi, partendo da
quattro sughi diversi per arrivare a comporne uno solo. Per conferire al piatto un tratto
tipico della mia regione, il Lazio, ho voluto accostare al brodetto una bruschetta a base di
burro e alici, ingredienti tipici del mio territorio”.

Related posts

Avanti c’è posto… Per il Festival 100 giurati popolari

Eno

Il Miglior Vino per il Miglior Brodetto

Eno

Brodetto da Guiness a Festa Democratica

Eno

Leave a Comment

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More