Image default
Angolo dell'esperto

La storia della Birra

Come si produce la birra e la sua storia

Pane liquido: non esiste definizione migliore per descrivere la birra.

Acqua, Cereali, fermentazione, spezie e lievito: questi gli ingredienti base per poter produrre una birra, tutti ingredienti necessari per fare anche il pane.

Da dove arriva la BIRRA?

Le prime tracce storiche, che ci confermano il consumo di un prodotto ottenuto dalla fermentazione del frumento, risalgono a circa 4000 anni prima di Cristo, quindi ad oggi sono già 6000 anni. E’ dalla Mesopotamia che arriva la prima rudimentale ricetta per produrre una bibita ottenuta dalla fermentazione di grano e acqua.

Tale antesignana della birra aveva un valore così alto nell’antico Egitto che il codice di Hammurabi legiferava in merito alla sua messa in commercio e prevedeva addirittura la pena capitale per l’oste che veniva sorpreso ad annacquare la bevanda per il proprio tornaconto.

La diffusione della birra dagli Egiziani agli Etruschi e successivamente ai Romani, che la chiamavano “Vino d’orzo”, l’hanno resa, insieme al vino, la bevanda alcolica più diffusa nel bacino del Mediterraneo. L’espansione territoriale dell’Impero Romano ha favorito la propagazione della birra in tutta l’Europa e successivamente nei paesi nordici dove la sua produzione era facilitata rispetto a quella del vino a causa dell’asprezza del clima che non consentiva la coltivazione della vite.

Il Medioevo ha visto lo sviluppo di varie tipologie di birre; in quel periodo la produzione si concentrava nei conventi dove i frati osservavano e annotavano i diversi processi produttivi e le diverse varianti per ottenere prodotti più o meno alcolici o diversamente aromatizzati.

Grazie all’opera di ricerca svolta nei conventi, in particolare quelli del nord Europa, abbiamo oggi birre di alta qualità i cui nomi richiamano le abbazie e i conventi di origine.

Ricapitolando e riassumendo, i personaggi che hanno fatto diffondere e migliorare la qualità della birra sono: nell’antico Egitto il faraone Hammurabi per le leggi che disciplinavano la produzione e la mescita; nel Medioevo i frati Benedettini in primis e gli ordini dei Frati in genere che con dedizione, nel tempo, hanno affinato e lasciato scritti su come fare per ottenere determinate tipologie; il Duca di Baviera Guglielmo IV per aver legiferato a favore della qualità e salubrità degli ingredienti da utilizzare; Josef Groll Mastro birraio della Pilsner Urquell che sviluppo’ il metodo per produrre birra a bassa fermentazione e basse temperature, dando vita alla tipologia Pilsen, chiara, amara e luppolata.

Come nasce una birra?

Abbiamo detto che gli ingredienti sono cereali, acqua, lieviti e spezie.

Il processo generale di produzione della birra, prevede i seguenti passaggi:

Scelta del frumento o cereali

La scelta dell’elemento di partenza oscilla tra orzo, frumento, riso e mais; quello maggiormente utilizzato è l’orzo.

Maltitura

La maltitura è il processo a più fasi che agevola la germinazione e successivamente, tramite tostatura, prepara il prodotto per favorire la fermentazione.

Cottura

Nell’acqua della caldaia si aggiunge il frumento macinato e si porta a bollore per qualche ora. In questa fase si integra anche il luppolo.

Chiarificazione

Il mosto cotto si raffredda e si chiarifica tramite la filtrazione.

Fermentazione

Dopo l’aggiunta dei lieviti selezionati, inizia la fermentazione del mosto che può durare fino a due settimane. In questa fase si determina il tipo di birra che si vuol ottenere: birre come Bock, Lager, Pils, Dry, American Lager, Schwarz, Munchner e altre, tutte a bassa fermentazione, costituiscono la maggioranza della produzione mondiale e sono leggere e delicate. Invece le Ale, Abbazia, Blanche, India Pale Ale, Alt, Pale Ale , Brown Ale, Red Ale, Saison, Stout, Trappiste e Weizen insieme ad altre, sono ad alta fermentazione e sono più alcoliche e strutturate.

Filtrazione

In questa fase si separano i lieviti e le spezie, preparando la birra per la commercializzazione.

Imbottigliamento e pastorizzazione

La birra viene imbottigliata e pastorizzata, eliminando ogni residuo di fermentazione residua.

Ogni anno in Italia, visto la grande crescita d’interesse nei confronti delle birre artigianali, è nato il premio che aggiudica il Miglior Birraio dell’anno.

Nel 2018 abbiamo pubblicato la classifica dei miglior birraio dell’anno, con le varie categorie come il miglior birraio emergente del 2018.

La classifica delle migliori birre dell’OktoberFest

 

 

 

Post simili

Degustando sotto le stelle Civitanova Marche 2018

sergio

ROMA BEER FESTIVAL 2018

Carlo Ricolo

Birraio dell’Anno 2018

sergio

Festival della birra in Europa

Carlo Ricolo

DEGUSTANDO SOTTO LE STELLE 2015 | 5 settembre

Eno

Birra alta fermentazione Ale

sergio

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

X