Image default
Vini

Oltrepò Pavese Metodo Classico DOCG

L’Oltrepò Pavese Metodo Classico DOCG

deve il suo successo a personaggi come Agostino Depetris, Carlo Gancia e  Pietro Riccadonna che nel fine 1800 impiantarono e investirono in queste zone.

La zona di produzione dell’Oltrepò Pavese Metodo Classico DOCG

E’ collocata all’interno del bacino padano, nella fascia collinare che dal Piemonte si estende verso l’Emilia. 

Tipologie e Vitigni

Le tipologie di Oltrepò Pavese Metodo Classico si possono suddividere in quattro, tutte comunque a base di Pinot Nero così regolamentate: 

 

Oltrepo’ Pavese Metodo Classico (vino bianco spumante versione Brut) 

 Pinot Nero =>70% 

Chardonnay, Pinot Grigio, Pinot Bianco insieme o separatamente =<30% 

Titolo alcolometrico => 11.50% 

Caratteristiche: si presenta con spuma fine e persistente, giallo paglierino che può essere più o meno intenso, bouquet fine, gentile, ampio e sapore sapido, fresco e armonico.  

 

Oltrepo’ Pavese Metodo Classico Pinot Nero (vino bianco spumante versione Brut) 

Pinot Nero => 85% 

Chardonnay, Pinot Grigio, Pinot Bianco insieme o separatamente =< 15% 

Titolo alcolometrico => 12% 

Caratteristiche: si presenta con spuma fine e persistente, giallo paglierino con riflessi più o meno aranciati, bouquet proprio della fermentazione in bottiglia, gentile, ampio e persistente, e sapore sapido, buona struttura, fresco e armonico.  

 

Oltrepo’ Pavese Metodo Classico Rosé (vino rosato spumante versione Brut) 

 Pinot Nero => 70% 

Chardonnay, Pinot Grigio, e Pinot Bianco insieme o separatamente =< 30% 

Titolo alcolometrico => 11,50% 

Caratteristiche: si presenta con spuma fine e persistente e colore rosato più o meno intenso, bouquet fine, gentile e sapore sapido, armonico e moderatamente corposo. 

 

Oltrepo’ Pavese Metodo Classico Pinot Nero Rosé (vino rosato spumante versione Brut) 

Pinot Nero => 85% 

 Chardonnay, Pinot Grigio, e Pinot Bianco insieme o separatamente =< 15% 

Titolo alcolometrico => 12% 

Caratteristiche: si presenta con spuma fine e persistente, colore rosato più o meno intenso, bouquet fine, gentile, ampio e sapore sapido, di buona struttura e fresco. 

Vinificazione e Affinamento del Vino DOCG Oltrepò Pavese Metodo Classico 

Durante la vinificazione sono consentite solamente pratiche enologiche della zona in maniera da conferire ai vini solo  caratteristiche di qualità. 

Le pratiche enologiche prevedono: 

Resa massima:  

60% per  Oltrepò Pavese Metodo Classico e Metodo Classico Pinot Nero  

65% per le tipologie Metodo Classico Rosè e Metodo Classico Pinot Nero Rosè.   Identificato da marchio

Oltrepò pavese metodo classico
Oltrepò pavese metodo classico

cooperativo CRUASE’

Nelle fasi di elaborazione, le pratiche enologiche dell’Oltrepò Pavese metodo classico devono prevedere anche la tradizionale tecnica di rifermentazione in bottiglia e osservare un periodo minimo di permanenza sulle fecce di quindici mesi; per il millesimato il periodo minimo è di ventiquattro mesi. 

Abbinamenti consigliati

Indubbiamente è straconsigliato con qualsiasi antipasto, ma anche con primi piatti delicati di pesce e carne, risotti con verdure, insomma a tutto pasto dove la delicatezza e l’aromaticità sia lieve.

VEDI ANCHE  Gorgonzola DOP

Consorzio di tutela Oltrepò Pavese

Post simili

Vino Franciacorta

Eno

Vino Sforzato di Valtellina o Sfursàt

Eno

Formaggio Bitto

Eno

Moscato di Scanzo DOCG

Marco

Valtellina Superiore DOCG

Marco

Terre di Erbanno, un nome, una vocazione

Eno

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

X