Image default
Formaggi

Festa del formaggio Montébore 2010

formaggio montebore

Festa del formaggio Montébore 2010

Le famiglie che hanno adottato una pecora si ritrovano in luglio all’agriturismo Vallenostra (provincia di Alessandria).

A luglio, in Val Borbera, si festeggia la natura e i suoi prodotti rari e preziosi.
Il Presidente Nazionale Slow Food, Roberto Burdese, sarà in visita a questo Presìdio per sostenerlo e rilanciarlo, appoggiando le domeniche sui pascoli alla scoperta del formaggio Montébore e delle persone che lo producono.
Chi ha adottato una pecora, o vuole prenotarsi con un’adozione “last minute”, sarà ospite a colazione per visitare il gregge (a Grondona – AL) e il caseificio Vallenostra, pranzando poi presso l’agriturismo (di Mongiardino Ligure – AL).
Chi ha aderito alla campagna “Adotta una Pecora da Montébore” ritirerà poi il “cesto qualità”, che ha riservato, contenente il raro Montébore, altri formaggi pregiati, vino Timorasso, salumi artigianali e tanti altri prodotti dell’azienda agricola.
Dall’11 luglio 2010 si replica tutte le domeniche del mese e la festa è aperta a tutti, prenotando per tempo (tel. 0143.94131) o adottando una delle ultime pecore disponibili (al costo di 100 euro l’anno). Coloro che volessero approfittare dell’occasione possono trovare sul sito www.vallenostra.it tutte le indicazioni per aderire e riservarsi una parte dei rari prodotti.

foto pecoreSarà possibile far visita alle pecore nella stalla di Grondona (frazione Sezzella), vicino alla zona di pascolo (dalle ore 9:00, alle 10:30 con colazione a base di focaccia, salame
e vino Timorasso), vedere dove avviene preparazione del formaggio nel caseificio dell’azienda agricola a Mongiardino (pranzo alle ore 13,00 con prenotazione obbligatoria,
per il “genitore adottivo” il tutto è compreso nell’adozione, per gli accompagnatori invece il costo è di 28 euro per la colazione e il pranzo), conoscere le mucche da latte brune tortonesi: un breve viaggio, poco lontano dalla città ma lontanissimo nel tempo, la riscoperta di una tradizione contadina autoctona che abbiamo rischiato di smarrire per sempre.

L’aria fresca in alta valle stimola l’appetito e rasserena lo spirito, un buon motivo per tutti gli accaldati cittadini che vogliono evadere dai centri urbani e scoprire che il “vero” formaggio Montébore realizzato secondo il disciplinare Slow Food, quello con il sigillo di garanzia.
« Proponiamo questa formula dell’adozione da alcuni anni, per far incontrare direttamente noi produttori e gli appassionati di cibo “buono e giusto. Abbiamo notato poi un interesse crescente dopo il servizio del TG di Studio Aperto, dell’anno scorso, e gli articoli apparsi su importanti quotidiani nazionali.
I buongustai provengono dal Piemonte ma anche dalle regioni limitrofe come Lombardia e Liguria – dicono Roberto con Agata e Alessandra, le cuoche dell’Agriturismo Vallenostra di Mongiardino Ligure – Abbiamo avuto anche adozioni dall’estero, soprattutto recentemente, grazie al rilancio dei Presìdi da parte di Slow Food che, con un marchio chiaro e protetto, li identifica informando meglio chi
ricerca i prodotti garantiti e tutelati.
Le cene dell’Alleanza poi si moltiplicano, si tratta di occasioni importanti e ufficiali, organizzate da Slow Food, per unire chi realizza prodotti unici e gli chef rinomati in una sinergica promozione di questi “tesori”.
Noi abbiamo partecipato, con il formaggio Montébore, alla cena dell’Alleanza dello chef Chicco Cerea, presso il ristorante stellato Michelin “Da Vittorio”, che è sempre nostro affezionato cliente.
A volte sono le istituzioni importanti a venire da noi, come nel caso del Culinary Institute of America o, fra breve, la delegazione degli studenti della Scuola Intenazionale di Cucina ALMA – Slow Food, di Colorno (Parma), diretta da Gualtiero Marchesi e con la presenza di studenti anche da Giappone e Stati Uniti ».
Ma la gastronomica è anche turismo, in piena estate per fuggire dal caldo delle città non è necessario percorrere troppi chilometri o fare lunghe code: la val Borbera, ad un’ora di macchina dai capoluoghi ligure, piemontese e lombardo, offre l’opportunità di una giornata alla scoperta dei tesori lontani dal turismo di massa, l’occasione per stare sui prati, a godersi un anticipo di vacanza.
Accogliamo i clienti anche venerdì e sabato con nuove proposte che uniscono risparmio e qualità: menù per bambini con incluse attività ludico-ecologiche per festeggiare il 40° anno di Earth Day (orto didattico, letture sull’amaca, incontri con gli asini, imparare come si fa il formaggio, seguire le orme del lupo, cucinare come la mamma, costruire una casa per il vero “batman” etc, assaggi a partire da 9 euro con l’offerta “Osteria del Montébore” (es. tagliere di formaggi o salumi, focaccia e calice di vino), degustazioni da 15 a 30 euro per scoprire tutti i sapori locali.
Consigliamo sempre di portare plaid e palloni per godersi un pomeriggio di relax, i bambini potranno giocare liberamente e le coppie, o i gruppi di amici, saranno allietati dall’ottima musica.

Il formaggio Montébore, il formaggio più raro del mondo

A farla da padrone sarà sempre il formaggio Montébore, il formaggio più raro del mondo, un prodotto
che rappresenta l’eccellenza gastronomica italiana alle più applaudite manifestazioni gastronomiche del mondo, come, per esempio, il Salone del Gusto o Cheese.

In caso di maltempo la festa si svolgerà ugualmente nelle ampie e incantevoli sale dell’Agriturismo.

Per informazioni:
Vallenostra Agriturismo e Caseificio, Soc. Cooperativa Agricola
Cascina Valle 1, Mongiardino Ligure (AL) Italia
telefono e fax +39 0143 94131
info@vallenostra.it
www.vallenostra.it

Related posts

Formaggio Marzolino

Eno

Formaggio Caciotta umbra

Eno

Formaggio Castelmagno DOP

Eno

Leave a Comment

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More