Image default
Varie

Focaccia barese

Focaccia barese: dalle origini alle varianti moderne

 

Per molti la cucina italiana è sinonimo di pasta e pizza – per citare i due piatti più conosciuti ed apprezzati nel mondo – ma, in realtà, la nostra tradizione gastronomica comprende tantissime ricette, spesso rivisitate nel corso dei secoli per accontentare al meglio tutti i palati.

È il caso della focaccia barese: una specialità originaria della Puglia, oggi riproposta in mille varianti diverse da quella classica e, anche per questo, diffusa ovunque sul territorio nazionale.

Scopriamo, quindi, la storia, le caratteristiche di questo piatto e le possibili alternative, come preparare la focaccia in padella, e quali condimenti utilizzare per esaltarne il gusto.

Focaccia barese: la ricetta classica

focaccia barese
focaccia barese

La versione originale della focaccia barese è composta da un impasto a base di acqua, lievito, farina, semola rimacinata e patate lesse, lievitato naturalmente e, in seguito, cotto al forno per circa 15 minuti, fino a raggiungere una consistenza soffice al centro e croccante ai bordi.

Anticamente veniva condita con pomodorini ciliegina, olive nere, sale, origano e olio extravergine d’oliva: ingredienti semplici, di provenienza contadina e, dunque, reperibili a basso costo, sapientemente combinati in modo da conferire un sapore inconfondibile e delizioso alla pietanza.

Come preparare la focaccia barese?

Per chi ha poca esperienza in ambito culinario, e in particolar modo nella preparazione di prodotti da forno, l’impasto della focaccia barese rappresenta uno scoglio di media difficoltà.

Serve, infatti, una certa manualità per lavorare per bene gli ingredienti, fino ad ottenere la consistenza desiderata: morbida, ma pur sempre leggera e digeribile.

Ricordiamo, inoltre, che la focaccia barese presenta, in genere, uno spessore maggiore rispetto ad altri lievitati. La superficie è leggermente unta per trattenere al meglio i condimenti utilizzati: sia quelli tradizionali, ovvero pomodorini e olive, sia quelli scelti a proprio piacimento.

VEDI ANCHE  Orecchiette con cime di rapa alla pugliese

Rivisitazioni: la focaccia al giorno d’oggi

Come anticipato, nel corso del tempo anche la focaccia pugliese è stata rivisitata sia nel metodo di preparazione dell’impasto, sia nella cottura e, infine, nella scelta degli ingredienti.

Un’alternativa rapida alla ricetta classica, ad esempio, è la focaccia cotta in padella che, in base alle esigenze e ai minuti a disposizione, può essere realizzata tanto con l’impasto tradizionale descritto qui sopra, quanto con un impasto già pronto per l’uso (con o senza lievito).

Parliamo, inoltre, dei condimenti. Le idee per arricchire la superficie della focaccia barese sono davvero infinite: dai grandi classici, come olio, sale e origano, agli accostamenti più innovativi, come brie e speck, ricotta e pistacchio, pomodoro e acciughe, cotto e funghi e molti altri ancora.

Terminata la cottura, la focaccia può essere servita intera – utilizzando un vassoio o un tagliere in legno – oppure tagliata in piccole porzioni (a fette o a quadratini), affinché gli ospiti abbiano modo di sperimentare diversi gusti. Una soluzione, quest’ultima, particolarmente indicata per un pranzo o una cena con tanti invitati, per un evento con buffet e per un aperitivo con vari “assaggini”.

Post simili

Vino Martina Franca D.O.C.

Eno

Mozzarella di Gioia del Colle DOP

Fabio

Negroamaro di Terra d’Otranto DOC

Marco

Zuppa di pesce alla Gallipolina

sergio

Barletta Trani Andria e Castel del Monte

Fabio

Patata Novella di Galatina DOP

Fabio

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More