Image default
Vini

Vino Primitivo di Manduria dolce

Primitivo di Manduria dolce D.O.C

Zona di produzione del Primitivo di Manduria

La produzione è consentita nelle province di Brindisi e Taranto

Primitivo di manduria 100%

Resa massima per ha: 90 qli.

uva primitivo di manduria
primitivo di manduria

Resa massima di uva in vino: 70%.
Gradazione alcolica minima: 16%.
Acidita’ totale:
Estratto secco netto minimo: 24 per mille.

odore: aroma leggero, caratteristico.

colore: rosso tendente al violaceo ed all’arancione con l’invecchiamento.

sapore: gradevole, pieno, armonico, tendente al vellutato con l’invecchiamento.

Storia del Primitivo di Manduria

Le origini del vitigno restano incerte, anche se si narra che furono gli Illiri della Dalmazia a portarlo in Puglia oltre duemila anni fa.

Recenti analisi del DNA hanno stabilito un’origine comune del Primitivo e dello Zinfandel, ampiamente coltivato in California e Australia. La produzione iniziale del vitigno è riconducibile in origine alle terre dell’agro di Lizzano, Sava e Manduria.

Per Primitivo di Manduria s’intende la varietà coltivata a Manduria, Carosino, San Marzano di San Giuseppe, Avetrana, Sava, Maruggio, Lizzano, Torricella e Pulsano in provincia di Taranto.

Abbinamenti per il Primitivo di Manduria:

Dessert particolarmente dolci come pasticceria a base di pasta di mandorla o ancora meglio a base di cioccolato, anche con taluni formaggi erborinati


VEDI ANCHE  Tour dell’Olio DOP Cilento

Post simili

È “Otto” l’anello che mancava

Eno

Legumi di Zollino Pisello Nano e Fava Cuccia

Fabio

Alezio DOC

Marco

Vino Gravina D.O.C.

Fabio

Vino Martina Franca D.O.C.

Eno

Burrata di Andria IGP

Fabio

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

X